30 giugno 2016  (Lnews – Milano) “Ci uniamo alla soddisfazione del presidente Roberto Maroni che ancora una volta marca tutta la specialità della Regione Lombardia: mentre lo Stato supera costantemente il record di debito pubblico, la Regione Lombardia fa 1,7 mld di investimenti senza fare un euro di debito”. Lo ha dichiarato l’assessore all’Economia, Crescita e Semplificazione della Regione Lombardia Massimo Garavaglia commentando la pronuncia favorevole della Corte dei Conti circa il Giudizio di parifica del Rendiconto regionale per l’Esercizio 2015.

ATTENTA GESTIONE LIQUIDITA’ – “Mentre il problema dei pagamenti alle imprese da parte della Pubblica Amministrazione è ben lontano dall’essere risolto – ha sottolineato l’assessore Garavaglia – la Regione Lombardia grazie a un’attenta gestione della propria liquidità paga con 10 giorni di anticipo rispetto alla scadenza delle fatture”.

RIDUZIONE COSTI E NUMERO DIRIGENTI – “Inoltre – ha aggiunto Garavaglia – prosegue costantemente la riduzione dei costi di personale che diminuisce di 100 unità rispetto al 2014, si riduce anche la spesa in valore assoluto, scende il numero dei dirigenti, cala il numero dei dirigenti esterni e si tagliano le consulenze nelle società e negli enti partecipati”.

RISORSE INVESTITE PER AFFRONTARE CRITICITA’ – “Insomma una sana e prudente gestione – ha detto ancora l’assessore regionale con la delega all’Economia – che consente anche con risorse appositamente accantonate di affrontare criticità come quella dell’Ospedale San Matteo di Pavia”.

MODELLO LOMBARDIA SALVEREBBE CONTI STATO – “Se lo Stato gestisse i conti così – ha concluso Garavaglia – non avremmo nessun problema di deficit di bilancio”.