LEGA NORD – MASSIMO GARAVAGLIA: “ANCHE LA COMMISSIONE UE PREVEDE LA NECESSITA’ DI UNA CORREZIONE DEL DEFICIT, SERVIRA’ ALMENO UN MILIARDO E MEZZO. NON ERA MEGLIO NON FARE TUTTE QUELLE MANOVRE INUTILI CHE HANNO PORTATO AL RECORD DI TASSE E DISOCCUPAZIONE?”

“Anche  la Commissione Ue prevede che l’Italia dovrà effettuare una correzione del deficit, come avevamo previsto da tempo, e non era affatto difficile prevederlo. Ma a questo punto è necessario fare due calcoli.
Se siamo al 3.1% come pare dalle stime Ue allora occorre un miliardo e mezzo per la correzione, se invece, come riteniamo, siamo al 3.4% o al 3.5% allora di miliardi ne occorrono più di sei.
In ogni caso una correzione serve, inoltre andrà trovata una vera copertura per l’Imu, perché quella attuale è inesistente, e andranno reperite le risorse per esigenze inderogabili come la cassa integrazione, gli esodati ecc ecc
A questo punto è evidente che l’Iva difficilmente potrà restare al 21%, anche perché appare ormai chiaro che al massimo si potrà rinviare l’aumento di due mesi, non oltre, perché comunque da gennaio l’Iva aumenterà.
Ma a questo punto la domanda vera da porre è un’altra: a cosa diavolo sono servite le manovre varate dal governo Monti in poi?
Manovre che in teoria dovevano portare al pareggio di bilancio quando invece, altro dato certo, il pareggio di bilancio si rinvia di un anno perché tutti sanno, anche se nessuno lo dice, che è impossibile trovare i 40 miliardi che mancano raggiungere per quell’obiettivo.
Infine un’altra cosa che nessuno dice tranne la Lega Nord è che sarebbe stato meglio non fare nessuna manovra, tanto oggi ci ritroveremmo con i conti pubblici nella stessa identica situazione, ovvero con la necessità di una piccola correzione sul deficit nell’ordine di 3 o 4 miliardi, ma con una piccola grande differenza, non avremmo la disoccupazione sopra il 13% e le tasse a livello di record mondiale…”

Lo dichiara il responsabile Economia e Finanze della Lega Nord, Massimo Garavaglia.

Leave a Comment