C-FdpnHXYAArpt9

  ASSESSORE CHIUDE STATI GENERALI DELL’INFORMAZIONE

(Lnews – Milano, 23 apr) “Il giornalismo e’ una professione che cambia e cambiera’ moltissimo nei prossimi anni. Ormai si mescola tutto, tecnologie e nuovi strumenti di informazione e comunicazione. Va rivisto il ruolo del giornalista e il modo con cui svolge la sua attivita’ e la sua professione”. Lo ha detto l’assessore all’Economia, Crescita e Semplificazione della Regione Lombardia, Massimo Garavaglia, giornalista pubblicista, in chiusura della seconda giornata dei lavori degli ‘Stati Generali dell’Informazione’ organizzati al Palazzo delle Stelline di Milano dall’Assessorato regionale alle Culture, Identita’ e Autonomie in collaborazione con l’Ordine dei giornalisti della Lombardia.

OLTRE 250 GIORNALISTI A PRIMA GIORNATA LAVORI – Alla prima giornata, introdotta dall’assessore alle Culture, Identita’ e Autonomie della Regione Lombardia Cristina Capellini, hanno partecipato 250 giornalisti, parte dei quali sono poi intervenuti ai tavoli tematici che hanno approfondito temi come la riforma dell’Ordine, le professioni del digitale, strumenti di welfare e di sostegno per i precari, le trasformazioni di radio e tv con la loro presenza diversificata sul web, gli aspetti normativi e previdenziali per i freelance e le opportunita’ offerte dalla costituzione di reti di professionisti. La giornata di approfondimento e’ stata trasmessa in diretta streaming sul sito di Regione Lombardia.

PRESENTAZIONE ESITI TAVOLI TEMATICI – Gli esiti dei gruppi di lavoro sono stati illustrati questa mattina da Fabio Benati dell’agenzia di stampa della giunta regionale ‘Lombardia Notizie’ alla presenza del presidente dell’Ordine dei giornalisti Gabriele Dossena.

REGIONE PRONTA A SVOLGERE RUOLO DA PROTAGONISTA – L’assessore Garavaglia commentando il documento finale che sara’ pubblicato sul sito dell’Ordine dei giornalisti della Lombardia ha assicurato che su alcune delle sollecitazioni presenti Regione Lombardia e’ pronta a svolgere un ruolo da protagonista.

RISORSE PER FORMAZIONE DI QUALITA’ – “Sulla formazione – ha detto Garavaglia – Regione Lombardia si impegna ad attivare percorsi ad hoc utilizzando i fondi europei e le disponibilita’ di risorse possibili, a patto che sia formazione di qualita’, soprattutto mirata al digitale e ad acquisire competenze specifiche per utilizzare al meglio le potenzialita’ dei social network”.

SOSTEGNO ALLE RETI DI IMPRESA – “Sosteniamo anche le reti di impresa: ogni giornalista – ha detto ancora Garavaglia – e’ imprenditore di se stesso ma in un mondo complicato e altamente competitivo e’ meglio mettersi insieme”.

OPPORTUNITA’ PER I GIOVANI CON ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO” - ”Una buona opportunita’ per i giovani che vogliono avvicinarsi alla professione del giornalista e alle sue nuove declinazioni che le competenze digitali richiedono – ha concluso l’assessore Garavaglia – puo’ essere offerta dall’alternanza scuola -lavoro: dato che i ragazzi delle scuole superiori hanno bisogno di fare esperienza, puo’ essere utile consentire loro di provare a fare i giornalisti”. (Lnews)

benC-FpJmNXgAE9CwF