zzz-5-998x288

(ANSA) – ROMA, 2 NOV – “Oltre ai temi gia’ visti – come i 500 milioni in meno in sanita’ che sono un grosso problema, e la parte non sanitaria ancora da risolvere, altrimenti rischiamo un taglio del ‘sociale’ del 32% – nella legge di bilancio mancano i fondi per i disabili. La famosa funzione trasferita dalle Province alle Regioni per il trasporto e l’assistenza disabili era finanziata per 75 milioni ma in realta’ si e’ speso molto di piu’: per esempio in Lombardia sono arrivati su questo capitolo 13,4 milioni ma ne abbiamo spesi 38, il tutto a fronte di un finanziamento a livello nazionale di 75 milioni, che pero’ al momento risulta essere zero”. Lo ha sottolineato al termine della Conferenza Stato-Regioni il coordinatore degli assessori al bilancio della Conferenza delle Regioni e assessore al Bilancio della Lombardia Massimo Garavaglia.

“A questo punto ci auguriamo che ci sia stato nel frattempo un miracolo e tutti siano guariti – ha aggiunto con ironia – ma purtroppo temiamo che non sia cosi’ e quindi si corre il rischio di una catastrofe, per questo spero che su questo tema il governo e il Parlamento trovino una soluzione in tempo reale. Per questa partita specifica se vogliamo finanziare per intero la funzione, come prevede una delle ultime sentenze della Corte Costituzionale, servirebbero secondo stime del governo 112 milioni di euro, invece dei 75 che non ci sono piu’, ma dai dati veri che abbiamo noi – ha concluso Garavaglia – sarebbero necessari intorno ai 140 milioni”.