Programma Integrato sulla creazione di impresa: Approvati i bandi

ZeroIrap_2

Regione Lombardia da tempo sostiene e favorisce la nascita di nuove imprese con un portafoglio ampio e diversificato di misure e iniziative indirizzate al sostegno delle imprese, appartenenti a diversi ambiti d’intervento.

Tra le iniziative programmate è prevista la riduzione del carico fiscale alle start-up innovative attraverso una rimodulazione dell’IRAP, l’imposta diretta regionale sulle attività produttive, che verrà eliminata del tutto per il primo anno di attività e ridotta di un punto percentuale per i due anni successivi. Questa agevolazione verrà sperimentata sulle imprese iscritte nel 2013 nel registro istituito presso le CCIAA e definite come innovative dalla legge 221/2012 “Misure urgenti per la crescita del Paese” (rif. artt. 25 e seguenti).

Il programma integrato sulla creazione di impresa è finalizzato a favorire la nascita e lo sviluppo di nuove imprese lombarde (start-up) e la ripresa di quelle esistenti (Re-start), anche attraverso la creazione di una rete di professionalità selezionate che affiancheranno le imprese fino a tre anni.

Con decreto n. 9441 del 18/10/2013, pubblicato sul BURL n. 43 – Serie ordinaria del 22 ottobre 2013, sono stati approvati i bandi per la selezione della rete di soggetti fornitori di servizidi affiancamento alle imprese e per la selezione dei beneficiari delle agevolazioni, sulla base dell’idea di business.

FINALITÀ

Il programma d’interventi intende:

  • Favorire l’avvio di nuove imprese lombarde (Start Up) e supportare la il rilancio di quelle esistenti (Re Start);
  • Selezionare le imprese beneficiarie dei finanziamenti sulla base dell’innovatività dell’idea imprenditoriale e della sua sostenibilità economico-finanziaria;
  • Affiancare al percorso di avvio e rilancio delle imprese selezionate, una rete di fornitori da inserire in un elenco aggiornato e consultabile da parte delle imprese.

I DESTINATARI: START UP E RESTART

Il programma si rivolge alle imprese di nuova creazione (Start Up) e a quelle che stanno ripartendo (Re Start) di tutti i settori (manifatturiero, artigianato, ricettivo, pubblici esercizi, terziario, ecc.) senza esclusioni di codici Ateco (se non quelli previsti dalla normativa comunitaria “de minimis”).

Start Up:

  • Aspiranti Imprenditori
  • Start Up Innovative (iscritte all’apposita sezione speciale della CCIAA)
  • MPMI costituite negli ultimi 24 mesi
  • PMI “ricapitalizzate” grazie all’ingresso di nuovo management, PMI con un piano di rilancio ammesso al PRA.

E alle Re-Start, intese come MPMI (costituite da non più di 24 mesi) che hanno intrapreso un percorso di rilancio:

  • Newco;
  • Spin off aziendali;
  • Cooperative di lavoratori espulsi dal mercato del lavoro o che rilevano attività in dismissione;
  • Imprese sociali con obiettivo di riconversione di aziende in crisi.

E come PMI che intendono ripartire mediante:

  • L’ingresso di un nuovo management e capitale;
  • Un Piano di Rilancio Aziendale approvato dalla Regione Lombardia (bando decreto n. 7623/2013).

FASI D’INTERVENTO

Il Programma seleziona da un lato i fornitori di servizi di affiancamento ai percorsi di avvio e rilancio delle imprese, dall’altro le imprese beneficiarie delle agevolazioni. In particolare sono previste le seguenti fasi d’intervento:

  1. SELEZIONE DEI BUSINESS PLAN: Apertura dello sportello on line alle ore 12:00 di giovedì 24/10/2013 al seguente indirizzo telematicohttps://gefo.servizirl.it/re-startup/
    sarà possibile:

    • Candidare la propria idea di business;
    • Essere valutati in base all’innovazione e sostenibilità economico finanziaria;
    • Ricevere nel caso di valutazione positiva un contributo a fondo perduto forfettario a copertura delle spese generali legate all’avvio/ rilancio d’impresa, pari a € 5.000,00;
    • Accedere alla fase B di finanziamento agevolato del programma di investimento e C di servizi di affiancamento presso la rete di fornitori selezionata.
  2.  PROGRAMMI D’INVESTIMENTO: i soggetti beneficiari selezionati nella Fase A potranno ricevere: – un finanziamento a tasso agevolato (0,5% annuo) a medio termine (da 3 a massimo 7 anni), diretto (senza intermediazione bancaria) per massimo € 100.000,00 (fino al 100% dell’investimento ammissibile) e minimo di € 15.000,00, per spese legate agli investimenti di avvio/ rilancio d’impresa.
  3. SERVIZI DI AFFIANCAMENTO: i soggetti beneficiari selezionati nella Fase A, potranno anche ottenere contributi a fondo perduto fino al massimo importo di € 24.000,00 a impresa su un arco temporale massimo di 36 mesi per servizi di affiancamento erogati dai soggetti fornitori di servizi inclusi nell’elenco approvato da Regione Lombardia.

ELENCO DI FORNITORI DI SERVIZI DI AFFIANCAMENTO: REQUISITI DI PARTECIPAZIONE Possono proporsi in qualità di soggetti fornitori di servizi presentando la propria candidatura on line alle ore 10:00 di mercoledì 23/10/2013 al seguente indirizzo telematico:https://gefo.servizirl.it/re-startup/

Gli incubatori certificati (art. 25 della l. 221/2012) e iscritti alla sezione speciale del registro di una CCIAA lombarda;

  1. Gli incubatori pubblici e privati in qualsiasi forma costituiti (società di capitali, società di persone, società cooperative, fondazioni) allo scopo di offrire servizi per sostenere l’avvio e il rilancio di impresa;
  2. Le società/gli enti di accelerazione d’impresa, comprese le aziende speciali di CCIAA lombarde e le società di servizi, in qualsiasi forma costituite (società di capitali, società di persone, società cooperative, fondazioni) allo scopo di offrire servizi per sostenere l’avvio e il rilancio di impresa;
  3. I liberi professionisti: in forma singola o associata che offrono servizi di natura gestionale, amministrativa e organizzativa allo scopo di sostenere la nascita e il rilancio di impresa;
  4. I dirigenti d’azienda titolari di partita IVA;
  5. Gli Imprenditori: titolari o legali rappresentanti, da minimo 10 anni, di MPMI attive aventi sede operativa in Lombardia (che intendono prestare il proprio affiancamento a titolo gratuito).

RISORSE FINANZIARIE:
La dotazione finanziaria complessiva della linea d’intervento è pari a 30.000.000,00 di euro, così suddivisi:

  • € 2.000.000,00 di euro destinati ai contributi a fondo perduto da riconoscere a positiva valutazione dei Business Plan;
  • € 23.000.000,00 di euro per i finanziamenti agevolati alle imprese beneficiarie selezionate.
  • € 7.000.000,00 di euro per i servizi di affiancamento resi dalla rete di fornitori selezionati.

INFORMAZIONI:
Qualsiasi informazione relativa al bando potrà essere richiesta al seguente indirizzo di posta elettronica: re-startup@regione.lombardia.it e al Call-Center 800.318.318
Per l’assistenza tecnica alla compilazione on line è possibile contattare Gefo servizi – tel. 800.131.151 dal lunedì al venerdì dalle ore 8.00 alle ore 20.00 ed il sabato dalle ore 8.00 alle ore 12.00.

Allegati

Decreto n. 9441 del 18 ottobre 2013 Decreto n. 9441 del 18 ottobre 2013 (90 KB) PDF
bando fornitori servizi bando fornitori servizi (449 KB) PDF
Bando Imprese Bando Imprese (322 KB) PDF
Allegato 2A decreto n. 9441 Allegato 2A decreto n. 9441 (123 KB) PDF
Allegato 2B decreto n. 9441 Allegato 2B decreto n. 9441 (191 KB) PDF
Dgr n 803 Criteri attuativi del programma sulla creazione di impresa Dgr n 803 Criteri attuativi del programma sulla creazione di impresa (311 KB) PDF
Dgr n 648 sulla creazione di impresa Dgr n 648 sulla creazione di impresa (509 KB) PDF